Seguici su:

PAGAMENTO DELLA TARI CON F24 TRAMITE HOME BANKING!

 

modelli F24 che vengono proposti sono ben quattro: F24 Ordinario, F24 Semplificato, F24 Accise, F24 Elide. Come regolarsi?

F24 ORDINARIO

– È il modello «tradizionale», già ampiamente utilizzato, con il quale si possono effettuare diverse tipologie di versamenti: tra queste le imposte sui redditi, Iva, ritenute, contributi Inps, diritti camerali, somme derivanti da accertamenti. Generalmente i pagamenti interessano la parte del modulo relativa all’erario, per quanto riguarda dell’imposte sui redditi, la sezione regioni per l’addizionale regionale all’Irpef e la sezione IMU ed altri tributi locali per quanto concerne Imu, Tari e Tasi.

F24 ACCISE

– È analogo a quello ordinario ma con l’aggiunta della sezione «Accise/monopoli ed altri versamenti non ammessi in compensazione» per il pagamento di avvisi di accertamento, sanzioni, multe, cartelle di Equitalia

F24 SEMPLIFICATO

– È stato introdotto per facilitare il contribuente che doveva esclusivamente provvedere al pagamento di imposte erariali, regionali e degli enti locali. Si presenta quindi con un’unica sezione ma può risultare di non facile utilizzo. Richiede al cittadino grande attenzione nella sua compilazione e nell’indicare nella colonna «sezione» la sigla dell’ente al quale si versa la somma (stato-regione-enti locali). Opportuno utilizzarlo solo quando arriva un «cartaceo» dall’Ente locale, da cui riprendere tutti i dati e ricopiarli sul F24 Semplificato «elettronico» che si trova sull’Home banking

F24 ELIDE

– È una sigla che sta per Elementi IDEntificativi. Dal febbraio 2014 viene usato per pagare le imposte di registro relative ai contratti di locazione. Dal 1° Gennaio del 2015 esso dovrà obbligatoriamente essere utilizzato in sostituzione del vecchio modello F23. Il nuovo modello richiede l’indicazione del codice identificativo del contratto indicando, in 17 caratteri, gli estremi di registrazione dello stesso. Inoltre sono stati introdotti nuovi codici tributi (prima registrazione, annualità successive, rinnovi etc.) che sostituiscono i precedenti del modello F23

torna all'inizio del contenuto