Come installare Linux a costo zero mini-Howto

Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it).

V1.1, Ottobre 2005



A costo zero significa senza dover acquistare una distribuzione Linux, senza dover acquistare una rivista per utilizzare i CD allegati e senza dover utilizzare software proprietario oltre quello che è installato sul proprio PC. Premesso che come prerequisiti si sia in possesso di un masterizzatore e di una connessione Internet (meglio se a banda larga) l'unico investimento consiste in numero 2 CD vergini. Altri requisiti, non onerosi, sono la voglia di sperimentare, sbaglio dopo sbaglio, tempo sufficiente per provare e riprovare e una conoscenza sufficiente della lingua inglese.


1. Introduzione

Il primissimo problema consiste nel capire quale distribuzione di Linux sia adatta alle proprie esigenze. Ovviamente la risposta alla domanda “Qual'è la migliore distribuzione?” è “DIPENDE”. Pertanto si deve cambiare la domanda in “Come posso iniziare ad usare Linux?” In letteratura e in pratica è opinione diffusa che quando si inizia ad installare Linux non ci si ferma più e cioè vista una distribuzione e visto come si installa “Perché non provarne un'altra?” Quindi il mio consiglio è iniziare con una cosa semplice e veloce come "ottenere una distribuzione Debian a partire da un Linux Live CD come Knoppit". Knoppit è la traduzione italiana di Knoppix (tedesco-inglese) che deriva a sua volta da Debian. Per poter installare qualsiasi distribuzione Linux è necessario partizionare il disco rigido del proprio PC, normalmente una distribuzione che si rispetti ha un tool per fare questa delicata ed a volte pericolosa operazione, io vi consiglio di partizionare il disco prima e autonomamente. Il programma più famoso per partizionare un disco è proprietario e si chiama Partition Magic, fortunatamente esiste un clone che gira sotto linux che si chiama qtparted. Sempre fortunatamente esiste un Linux Live CD che contiene questo tool e si chiama System Rescue. Quindi l'obiettivo di questo mini Howto è di descrivere (brevemente) come partendo da due Linux Live CD se ne può ottenere uno installato su hard disk e la cosa più importante è che non verrà installato alcun dual boot o lilo o Grub sul disco perché il sistema che permette l'avvio di Linux verrà installato su un floppy. Avviando il Computer senza floppy partirà Windows. Avviandolo con il floppy partirà Debian-Linux.

2. Procurasi i 2 Linux Live Cd

L'immagine del Linux Live CD Knoppit v 1.0 in formato ISO può essere scaricata da http://194.116.10.21/lugat/knoppit_1.0.iso, sono circa 700 MB

L'immagine del Linux Live CD System Rescue in formato ISO può essere scaricata da http://prdownloads.sourceforge.net/systemrescuecd/systemrescuecd-x86-0.2.15.iso?download, sono circa 110 MB

Se non avete un programma capace di masterizzare un'immagine iso ne potete scaricare uno funzionante 7 giorni da http://www.sateira.com/index.php

3. Provare Knoppit Linux live CD

Provare Knoppit Linux Live CD ha due obiettivi, il primo è quello di vedere linux all'opera e vi garantisco che è molto illuminante, il secondo è quello di conoscere il proprio disco o dischi dal punto di vista di linux. Per provare il CD è sufficiente riavviare il Computer con il CD inserito, la sequenza di boot dovrebbe essere CD, floppy e poi disco C. Se la sequenza di boot del vostro PC non è questa dovete renderla tale entrando nel setup del BIOS all'avvio del PC. Se non siete capaci o avete paura di combinare guai fatevi assistere dal famoso amico "mago".

Una volta partito, Knoppit, vedrete che riconoscerà automaticamente (al 99,99%) tutti i dischi e tutte le periferiche della vostra macchina, chiavetta o penna USB e mouse con rotellina inclusi.

I dischi vengono chiamati da linux hdxn dove x è la lettera del disco (primo disco = a) ( secondo disco = b) ecc., mentre n è il numero delle partizioni esistenti sul disco in oggetto.

Quindi supponendo che il computer abbia un primo disco fisso con due partizioni C: e D: e un secondo disco fisso con tre partizioni E: F: e G: linux li vedrà come

primo disco rigido partizione C: hda1
partizione D: hda2
secondo disco rigido partizione E: hdb1
partizione F: hdb2
partizione G: hdb3

4. Partizionare il disco con QTParted

Dopo aver giocato un pò con Knoppit e aver capito e preso nota delle partizioni esistenti dettagliando su un foglio di carta i nomi, lo spazio occupato e il tipo di File System (se FAT32 o NTFS), si può chiudere la sessione e riavviare il Computer con il Mini Live Cd System Rescue.

4.1 Fare spazio sul disco

La prima operazione da fare, utilizzando QTParted è ridurre la partizione esistente per fare spazio per la futura installazione, la quantità di spazio sufficiente, in questa fase, è di circa 3 GB (GigaByte)

4.2 Creare le partizioni

Linux ha bisogno, come minimo, di tre partizioni:

** Nel caso in cui si parta con una macchina Win 2000 o XP con file system NTFS sarebbe opportuno creare una quarta partizione di tipo FAT32 perché questa può essere usata sia da Win  che da Linux. Praticamente lo stesso file può essere gestito da due sistemi operativi, a condizione che si trovi su una partizione FAT32

5. Installazione di Kinux

Dopo aver riavviato il Computer con Knoppit,

6.  FINE

Ad installazione terminata, (se andata a buon fine) (io ci sono riuscito al terzo tentativo) chiudere la sessione, togliere il CD e riavviare la macchina tenendo inserito il Floppy, dovrebbe partire LINUX DEBIAN