FINALITÀ DELL’INTERVENTO


Il presente Avviso Pubblico è finalizzato all’individuazione e la selezione di persone con disabilità per la realizzazione di Progetti Personalizzati di Vita Indipendente. Come indicato nelle Linee Guida pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale il 4/02/2020, il concetto di Vita Indipendente rappresenta, per le persone con disabilità, la possibilità di vivere la propria vita come qualunque altra persona, prendendo le decisioni riguardanti le proprie scelte, eventualmente affiancati da familiari o da persone legalmente autorizzate. Si intende infatti un modello di intervento volto a favorire l’autodeterminazione, l’inclusione e la piena partecipazione nella società, attraverso il coinvolgimento diretto della persona nella costruzione del proprio Progetto di Vita, riverberandosi anche sull’ambito familiare della persona stessa. I principi fondamentali devono dunque essere la libertà di scelta di poter vivere nel proprio domicilio, nonché lo sviluppo di una rete di servizi utili alla piena inclusione della persona con disabilità nella società, anche a fronte di un progressivo processo di deistituzionalizzazione.

 

Il servizio è finalizzato principalmente al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
• Sostegno nei processi di autonomia;

• Cura della persona e aiuto domestico;
• Mobilità;
• Tempo libero;
• Inserimento ed inclusione sociale;
• Sollievo alla rete familiare.

 

DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO


Possono presentare domanda di ammissione al progetto le persone in possesso dei seguenti requisiti:


a) cittadinanza italiana, oppure in uno Stato appartenente all'Unione Europea, oppure cittadinanza in uno Stato non appartenente all'Unione Europea per i cittadini muniti di permesso di soggiorno CE ai sensi del D.lgs. n. 286/98 e ss.mm.ii.;
b) residenza in uno dei comuni compresi nei Distretti Socio-Sanitari Roma 4.3 e Roma 4.4;
c) età compresa tra i 18 ed i 64 anni con capacità di autodeterminarsi ed esprimere la propria volontà direttamente, ovvero mediante il proprio rappresentante legale;
d) essere in possesso di certificazione ai sensi della L.104/92 art. 3 comma 3;
e) disabilità non determinata da naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità.

 

TIPOLOGIA INTERVENTI


Gli interventi previsti nel progetto di cui trattasi sono i seguenti:
Assistente Personale (60% del budget complessivo): ai fini del miglior soddisfacimento delle esigenze della persona; l’assistente potrà essere liberamente scelto/a dal Beneficiario e formato/a all’interno delle azioni di sistema previste nel Progetto; i compiti dell’assistente personale vanno dalla cura e igiene personale e domestica, alla facilitazione negli spostamenti, nella agevolazione della gestione della casa, fino al supporto personale ovunque sia richiesto. Le aree di intervento dell’assistente personale sono: presso il domicilio familiare, a supporto dell’esperienza di co-housing, a sostegno delle attività di inclusione sociale e relazionale, in tutti i casi in cui la figura dell’assistente sia una risorsa fondamentale per la piena realizzazione del progetto di vita della persona con disabilità.
Abitare in autonomia (30% del budget complessivo): sostegno alle esperienze di “abitare in autonomia”, dalle attività di vita quotidiana alle attività di autonomia sociale; gli interventi saranno pianificati sulla base del Progetto Personalizzato e potranno svilupparsi in un sistema diurno e/o residenziale. Come da Linee Guida, il quadro progettuale può prendere in considerazione le diverse forme di abitare sociale, forme di housing, co-housing e forme innovative e sperimentali di abitare in autonomia.
Azioni di sistema (10% del budget complessivo): accanto agli interventi rivolti specificatamente ai beneficiari, si prevedono azioni trasversali tese a sviluppare strategie che consentano di garantire il più a lungo possibile la condizione indipendente attraverso interventi di welfare di comunità e nuove forme di inclusione su base comunitaria, anche grazie al sostegno, allo sviluppo di un partenariato di territorio in grado di valorizzare l’impegno delle associazioni rappresentative delle persone con disabilità, nonché delle diverse organizzazioni del Terzo Settore operanti nella comunità di riferimento.
Si prevede, infine, l'attivazione di uno sportello itinerante di supporto per la compilazione delle domande da parte dei cittadini.
Si prevedono azioni di formazione per gli Assistenti Personali e degli incontri tematici con i beneficiari, le famiglie e gli attori della rete di riferimento, oltre alla promozione delle tematiche legate alla Vita Indipendente, attraverso azioni di sensibilizzazione e diffusione all’interno dei territori attraversati.

 

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA


La domanda di partecipazione, redatta secondo il modello allegato al presente Avviso (Allegato 1), dovrà pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 13.00 del 17 dicembre 2021, tramite un plico debitamente chiuso e controfirmato su tutti i lembi di chiusura in maniera da garantirne l’integrità.


Il plico, oltre al nome e all’indirizzo del mittente, dovrà riportare la dicitura:

 

NON APRIRE – ISTANZA PROGETTO DI VITA INDIPENDENTE RIVOLTO A PERSONE CON DISABILITÀ– DISTRETTO ... (O ROMA 4.3 O ROMA 4.4.)

 

Il plico potrà essere recapitato a mano, con raccomandata A/R, mediante agenzie di recapito autorizzate o tramite PEC:
Per i cittadini residenti nei Comuni del Distretto socio-sanitario Roma 4.4 – Consorzio Valle del Tevere:


➢ mezzo raccomandata: Consorzio Valle del Tevere c/o Comune di Formello – Piazza San Lorenzo n. 8, 00060 Formello RM;
➢ mezzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
➢ a mano: Consorzio Valle del Tevere c/o Comune di Formello – Piazza San Lorenzo n. 8, 00060 Formello RM, nei seguenti orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,30 alle ore 13,00 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30.

 

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

 

Alla domanda di partecipazione, compilata in tutte le sue parti e debitamente firmata dal richiedente, dovrà essere allegata la seguente documentazione:


• copia fronte/retro di un documento di identità in corso di validità dell’utente e del richiedente;
• nel caso in cui la persona con disabilità sia rappresentata da terzi, copia del provvedimento di protezione giuridica o altra documentazione che legittimi l’istante a rappresentare la persona con disabilità;
• per i cittadini di Stati non aderenti alla UE, copia della carta o del permesso di soggiorno;
• copia certificazione attestante la condizione di handicap grave ex art. 3 comma 3 L. 104/92, rilasciata dalla Commissione medica individuata ai sensi dell’art. 4 della medesima Legge;
• eventuale copia del verbale di invalidità civile;
• copia Attestazione ISEE in corso di validità dell’interessato;
• eventuali certificazioni e/o ogni altra documentazione che approfondisca il quadro sociosanitario e la rete dei servizi già attivi.

 

Saranno escluse le domande che presenteranno tali caratteristiche:


• Pervenute oltre il termine indicato o con modalità diverse da quelle indicate nell'Avviso;
• prive della firma del richiedente;
• incomplete o prive di tutta la documentazione attestante il possesso dei requisiti di accesso.

 

Attachments:
FileDescription
Download this file (AVVISO_VITA_INDIPENDENTE-DEF.pdf)Avviso pubblico 
Download this file (DOMANDA_DI_PARTECIPAZIONE_VITA_INDIPENDENTE_RM4.3_4.4-06.10.21.pdf)Modello di domanda 
Torna su