Programma Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) 2021- 2027 - Priorità “Giovani” - Obiettivo specifico a) – Approvazione Avviso Pubblico “PATTO TRA GENERAZIONI - Incentivi per il ricambio generazionale nel lavoro e nell’impresa” - Seconda edizione. (Codice Sigem 22068D).

 

Obiettivo specifico

migliorare l'accesso all'occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l'attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell'economia sociale

 

Oggetto dell’Avviso

 

L’oggetto del presente Avviso è l’assegnazione di incentivi economici per incrementare l’occupazione di giovani lavoratori under 35, attraverso l’assunzione a tempo indeterminato (compreso il contratto di apprendistato) in contesti aziendali in cui sono presenti lavoratori che maturano il diritto alla pensione al massimo entro 24 mesi dall’attivazione della misura.

 

INCENTIVO A. La misura, compatibilmente con il regime di aiuti che l’impresa beneficiaria intende opzionare (de minimis o in esenzione), prevede un incentivo fino ad un massimo di 16.000,00 euro nell’ipotesi in cui il ricambio generazionale avvenga tra lavoratore/lavoratrice senior a cui manca un periodo compreso tra 12 e 24 mesi utile al raggiungimento del requisito pensionistico e il/la giovane di età massima di 35 anni assunto/a con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato compreso il contratto di apprendistato, fermo restando il rispetto dei vincoli di età del giovane a seconda della tipologia del contratto di apprendistato in osservanza di quanto previsto dagli artt. 41-47 del D.lgs n. 81/2015 e s.m.i. (INCENTIVO A)

 

INCENTIVO B. L’importo dell’incentivo, sempre compatibilmente con il regime di aiuti opzionato, è calcolato fino ad un massimo di 11.000,00 euro, nell’ipotesi in cui il ricambio generazionale avvenga tra lavoratore/lavoratrice senior a cui manca un periodo massimo di 12 mesi utile al raggiungimento del requisito pensionistico e il/la giovane di età massima di 35 anni assunto/a con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato  compreso  il  contratto  di  apprendistato, fermo restando il rispetto dei vincoli di età del giovane a seconda  della  tipologia del  contratto  di  apprendistato  in  osservanza  di  quanto  previsto  dagli  artt.  41- 47 del D.lgs n. 81/2015 e s.m.i. (INCENTIVO B)

 

Per ogni lavoratore/lavoratrice senior oggetto di fuoriuscita per raggiungimento del requisito pensionistico deve corrispondere almeno l’assunzione di un/a giovane, dal 01/01/2022 ed entro il 31/12/2022, così come indicato nella documentazione a supporto della domanda di partecipazione. Al fine del rispetto di un principio di proporzionalità tra chi fuoriesce e chi entra in azienda, il costo salariale lordo del lavoratore neoassunto deve essere pari almeno al 60% del costo salariale lordo del lavoratore senior. Ove tale rapporto percentuale non possa essere rispettato, ai fini dell’ammissibilità della domanda, l’impresa deve assumere almeno due lavoratori under 35 per un lavoratore senior che lascia.

In caso di assunzione del/lla giovane con contratto part-time, l’importo dell’incentivo è rimodulato in proporzione all’orario indicato nel contratto di assunzione, considerando che l’importo massimo qui indicato per singolo incentivo viene corrisposto in presenza di orario a tempo pieno: ad una riduzione di una determinata % dell’orario di lavoro corrisponde una corrispettiva riduzione della stessa % applicata al valore dell’incentivo (es. riducendo l’orario di lavoro del 20%, si riduce l’incentivo del 20%).

Si rappresenta che l’incentivo è concesso per contratti di lavoro pari almeno al 50% dell’orario di lavoro. Pertanto, non è concesso alcun incentivo nel caso di orario di lavoro inferiore al 50% del tempo pieno stabilito.

Le aziende che garantiranno almeno per 2 mesi la coesistenza in azienda tra i due lavoratori – neoassunto e senior – al fine di realizzare un percorso di trasferimento di competenze e conoscenze sul campo matureranno una priorità nell’ottenimento del finanziamento.

 

INCENTIVO  C. passaggio  generazionale  nella  proprietà  d’impresa.  Incentivo  pari  a  11.000,00 euro a favore dell’imprenditore/trice (in tale definizione rientrano soggetti titolari di microimprese, imprese familiari, studi professionali, botteghe storiche) a cui mancano massimo 12 mesi al raggiungimento del requisito pensionistico che cede la proprietà d’impresa ad un imprenditore/trice, professionista o dipendente o disoccupato di età massima di 35 anni. Almeno il 60% dell’incentivo in oggetto deve essere utilizzato per spese di innovazione e digitalizzazione delle attività d’impresa.

Per la tipologia di incentivo C, il subentro nell’attività da parte del giovane imprenditore deve essere documentato tramite atto notarile.

Nel caso di subentro in attività artigiane, oltre all’atto notarile, deve essere data comunicazione all’Ente Bilaterale dell’Artigianato. In caso di subentro in attività turistiche o commerciali medesima comunicazione dovrà essere inviata all’Ente Bilaterale di riferimento (EBIT, EBTL).

 

Le risorse sono disponibili ad accesso continuo attraverso procedura “on demand”, fino all’esaurimento dei fondi in base all’ordine di ricevimento delle richieste di contributo per ciascuna tipologia di incentivo e verranno istruite a cadenza mensile.

 

La Regione, in funzione delle dimensioni della domanda di incentivi si riserva la facoltà di incrementare la dotazione finanziaria dell’Avviso.

 

Link alla documentazione:

https://www.regione.lazio.it/documenti/77953

 

Avvisi

 

 

BORSA DI SPORT 2022/2023

Bando per la selezione dei soggetti a cui assegnare benefici economici per lo svolgimento di attività sgortiva in linea con quanto ('l'evisto all'Art 39 delD.L. del 21.06.2022 num. 73, 'Finanziamento ai Comum per contrastare lo stress post pandemico sui minori"

Censimento permanente popolazione e abitazioni 2022

Numero verde ISTAT

800.188.802

 

Numero verde centro comunale
06 901560/33-32-30-63

Tassa sui Rifiuti (TARI) Anno 2022 - Scadenze Pagamenti

Ai contribuenti sono stati spediti, unitamente all'avviso con indicazione dell'importo complessivamente dovuto, i consueti modelli unificati F24 già precompilati in ogni parte (rata unica e le tre rate), disponibili anche sullo Sportello Tributi Online.

 

Le scadenze previste per il pagamento sono le seguenti:

 1° rata - 30 GIUGNO 2022 

 2° rata - 30 SETTEMBRE 2022

 3° rata - 30 NOVEMBRE 2022

 

sportelli al cittadino

Pagamenti

PagoPA

Carta Identità Elettronica

AgendaCIE

SUAP

Sportello Unico delle Attività Produttive

Politiche Sociali

Scuolabus - Mensa scolastica - Pre scuola - Bonus e contributi

MulteOnline

Pagamento multe

TributiOnline

Sportello del contribuente

certificazioni anagrafiche

ANPR

Modulistica

Modulistica

Prenotazione Appuntamenti

prenotazione appuntamenti uffici comunali

Istanze Online

Portale Istanze Online

Torna su